L’Inghilterra NON è una “zona franca” d’Europa, vi sono leggi e regole da applicare.

Il Paese gode di grande reputazione economica e finanziaria a livello mondiale, ed è la porta preferita verso l’Occidente e l’Europa da parte dell’Asia, della Cina, dei Paesi Arabi, della Russia e degli Stati Uniti, in quanto tutti riconoscono e le garanzie e l’efficienza delle Leggi Inglesi.

Il Regno Unito offre ai suoi imprenditori immensi vantaggi, attraverso leggi giuste, semplici da comprendere e facili da applicare.

Tutto questo aiuta l’imprenditore ad avviare e gestire l’impresa con facilità, facendo evitare lunghe attese di costituzione, complicazioni burocratiche e soprattuto evitare costi iniziali elevati e quelle difficoltà che “rubano” energia durante le fasi di costituzione e avviamento del business.

Il Regno Unito offre all’imprenditore moltissime agevolazioni fiscali, ovvero tassazione ridotta rispetto ad altri paesi dell’Europa e specifiche imposte che addirittura non esistono.

Ottime opportunità di tax planning, recuperando competitività nel contesto internazionale.

Nel caso la società NON produca redditi, si interrompono gli adempimenti fiscali e non è dovuta alcuna imposta.

I costi verso la Camera di Commercio, gli obblighi di versamento acconti personali e le tasse comunali sull’esercizio dell’attività, nel Regno Unito non esistono.

L’Inghilterra ha accordi bilaterali contro le doppie imposizioni verso l’Italia e verso tutti gli Stati Membri della Unione Europea.

Il Regno Unito non prevede regime di concessioni, e non esistono albi professionali: la LTD può svolgere immediatamente la quasi totalità delle attività, anche sui mercati internazionali.